lunedì 25 luglio 2011

Pontinia: La società virtuosa dell'Assessore Battisti

Oggi non posso che commentare attraverso fotografie questo articolo, dove si sostiene la soddisfazione di un Assessore all'Ambiente e Salute del Comune di Pontinia, dei risultati ottenuti attraverso la municipalizzata TRASCO. I conti in chiusura di bilancio in data 31 Dicembre 2010, come scrive Antonella Subiaco nell'articolo pubblicato in data 21 Luglio 2011 sul quotidiano Latina Oggi, sono in positivo, quindi da questo si deduce che la società civile di Pontinia sia "virtuosa".

La Trasco funziona - Pontinia società virtuosa
Conti in attivo e servizi: il bilancio delle attività
La società Trasco opera nel settore dei servizi pubblici e, in particolare, effettua per il Comune di Pontinia alcuni servizi essenziali, come il trasporto alunni, la raccolta rifiuti urbani, la raccolta differenziata, la mensa scolastica. L’ultimo bilancio della società, firmato dall’amministratore unico Sebastiano Gobbo, si è chiuso al 31 dicembre 2010 con un utile di esercizio di 13.828 euro. Nella nota integrativa allegata al bilancio, l’amministratore precisa che nell’anno 2001 la Trasco contrasse con la cassa depositi e prestiti un mutuo di 1.187.850 chiesto al fine di istituire ex novo il servizio di raccolta rifiuti solidi urbani, e impiegato per l’acquisto di mezzi ed attrezzature necessarie per lo svolgimento del servizio. Il mutuo andrà scadere il 31 dicembre 2011 ed è garantito con fidejussione del Comune. Come già verificatosi negli anni precedenti il Comune di Pontinia ha anticipato per conto della Trasco alcune rate di mutuo. Pertanto alla data del 31 dicembre 2010 il Comune risulta creditore nei confronti della società per un importo di 502 mila euro. Nel commentare il bilancio l'assessore all'Ambiente Valterino Battisti ha ringraziato la Trasco e in primis l'amministratore Gobbo per il buon funzionamento dei servizi erogati ai cittadini. Tra questi, ha sottolineato Battisti, debbo citare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani che nel centro urbano ha raggiunto quota 60% che intendiamo allargare su tutto il territorio in base ad un nuovo studio di fattibilità sul quale sta lavorando l’amministratore.

Firmato da Antonella Subiaco

Questi sono i buoni servizi erogati ai cittadini:






La prima foto è stata scattata sulla migliara 49 sx all'altezza della stradina delle due migliare, un bidone completamente incendiato e senza il coperchio, che con una folata di vento, tutti rifiuti più leggeri, vengono disseminati al di fuori del secchio. Molti i rifiuti ingombranti lasciati sul bordo strada a fianco del secchione. Da notare la mancanza dei due secchi per la raccolta differenziata della carta, vetro, plastica e lattine.
Nelle altre foto si riconoscono le scuole elementari e medie di Quartaccio, dove la raccolta differenziata del vetro, plasticha e lattine non esiste. Almeno ai bambini il buono esempio!
Un'altra zona priva di raccolta differenziata è La Cotarda, come le fotografie qui in alto dimostrano.
Questi sono i comportamenti dei cittadini della virtuosa Pontinia:




Nella prima foto riconoscibile l'ex sito della Miralanza, dove nel piazzale antistante un enormità di rifiuti giaciono davanti l'entrata. Ma si, tanto tra poco il nuovo centro commerciale risolverà tutto! Sarà anche peggio... Altri rifiuti abbandonati lungo i margini delle strade interne al territorio di Pontinia. Mentre le idrovore di Mazzocchio riscuotono finanziamenti pubblici per l'ammodernamento, molti rifiuti si depositano presso la chiusa (l'edificio che precede il bacino di raccolta dell'acqua), emanando anche un cattivo odore. Ma la "Virtuosità" dell'uomo Pontino si può riconoscere dagli atti ingenui dell'appiccamento del fuoco: pali del telefono e fasce frangivento sono le loro cavie preferite. Come dimenticarsi poi della discarica mai rimossa vicino ai gricilli, sempre sulla migliara 49, grandissimo esempio di rispetto per l'uomo e per l'ambiente!

2 commenti:

  1. il degrado materiale deriva da quello intellettuale.

    RispondiElimina
  2. Non sarà meglio la Turbogas...

    RispondiElimina

I commenti verranno moderati per motivi legati al comma 49 del DDL Intercettazioni.