venerdì 8 ottobre 2010

L'Undici Settembre di Pontinia: resoconto incontro prof. Bandazhevsky

L'undici Settembre non è una data da dimenticare in nessun modo.
Se nove anni fà a New York (11/09/2001) è stata la tessera del puzzle sbagliata a inclinare cambiamenti geopolitici, l'11/09/2010 a Pontinia possiamo ipotizzare che è nata una nuova volontà di ricercare l'informazione, una nuova sete di conoscenza che risiedeva in ognuno di noi, presenti all'incontro con il prof. Yuri Bandazhevsky.

Giorgio Libralato in contattato da tempo con Massimo Bonfatti presidente dell'organizzazione Mondo in Cammino è riuscito ad accogliere una tappa importante del tour d'informazione sul vero disastro Nucleare di Chernobyl, presentando l'unico incontro del professore Bielorusso,
ai cittadini della provincia di Latina.

Potete trovare per intero il resoconto dell'incontro sul blog: Pontinia Ecologia e Ambiente.
Di seguito suggerisco una serie di pezzi importanti dell'incontro:

"Dopo che ho passato 5 anni in carcere sono stato deportato in Francia ho preso la decisione di non rimanere in Francia anche se mi hanno offerto ottime condizioni come cittadino. Ho trovato il momento giusto per presentare la mia relazione al parlamento europeo, sulla tragedia di Chernobyl che era completamente diversa dalle altre relazioni in proposito presentate".
"Il primo principio del centro di ricerca di Kiev garantire la protezione dei cibi dagli elementi radioattivi: purtroppo le persone non sono a conoscenza delle quantità di radioattività presente negli alimenti che consumano perché non si possiedono gli strumenti per misurarne le quantità in quanto manca l'interesse delle persone delle strutture pubbliche ad informare del problema".

"Stiamo iniziando a produrre film e documentari sulla situazione di Chernobyl e a sostegno dell'informazione e dell'iniziativa sono stati creati siti web appositi chernobyl-day.org per diffondere queste notizie in maniera ufficiale".

"Oggi le patologie dovute alle radiazione vengono analizzate solo per il cancro nella tiroide nei bambini. Non vengono riportate le relazioni tra il cesio 137 e le patologie cardiovascolari. Considerando i risultati delle indagini scientifiche, abbiamo deciso di avviare il progetto per la riabilitazione dei bambini affetti da malformazioni cardiovascolari.
Il progetto molto importante consente di rilevare nei neonati il malfunzionamento intervenendo il prima possibile per garantire loro un sistema normale nel sistema cardiocircolatorio.
Oggi tale malfunzionamento degli organi cardiovascolari rappresenta il 54% della mortalità delle malattie degli adulti che ebbero inizio da giovani.
E' stato predisposto un preciso schema di riabilitazione dei bambini e introdurre questa schema nei territorio circostanti la catastrofe di Chernobyl.
Considerato questo progetto non solo collegato alla salute dei bambini ma dell'intera nazione". Intervento della dottoressa Galina Bandashevskaya
L’energia atomica non giova da nessun punto di vista all’umanità che è stata usata e continuerà ad essere usata per scopi militari e di sicuro non per scopo umanitario e quindi va a nuocere e non serve all’uomo. Il territorio della Russia contaminato da questi elementi voi sapete della situazione attuale dell’incendio che si è sviluppato in Russia dove bruciavano gli alberi che contenevano al loro interno elementi radioattivi che si liberavano in aria gli elementi di inquinamento nucleare che andavano a posarsi sulle nubi circolando in un circolo chiuso.
Questo dimostra l’impossibilità a risolvere il problema dell’inquinamento radioattivo sui quali non c’è controllo con la diffusione nell’aria e nell’acqua dove non si può intervenire

A questo Link, potete trovare i Video dell'incontro: Yuri Bandazhevsky, i veri effetti del disastro nucleare di Chernobyl.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti verranno moderati per motivi legati al comma 49 del DDL Intercettazioni.